Ritratti corporate

Una buona parte del mio lavoro sono fotografie corporate per professionisti: alcune le realizzo secondo standard fotografici, altre volte ho la possibilità di eseguire ritratti creativi o che si presentano come sfide personali.
Aldo Giarelli
Fashion Photographer
Arianna fa una professione creativa, lavora su set teatrali e fotografici e volevo venisse fuori questo elemento. Ho quindi pensato di ambientare la foto in uno studio fotografico, che ho smontato a metà, come se fosse un work-in-progress di qualcosa. Gli elementi visibili (sfondo, scala, luce flash) suggeriscono qualcosa di incompiuto. Avevo già intenzione di lavorare in bianco e nero, che per me è ideale per le professioni creative. Arianna ci ha aggiunto il sorriso.
In questa foto volevo mantenere il bianco e nero ma volevo azzerare il contrasto per ottenere due effetti: una foto senza ombre che trasmettesse luminosità e volevo che il focus fosse sugli occhi: ho quindi montato un set con sfondo bianco in esterno ed in post-produzioni ho enfatizzato il contrasto su occhi, labbra e capelli.
Sono stato chiamato a ritrarre la Sindaca di Torino e mi hanno lasciato ben 13 minuti per realizzare almeno 5 foto. Un lusso! Questa è la foto che secondo me rappresenta meglio la sua carica istituzionale: ho scelto una luce pittorica che la staccasse bene dallo sfondo barocco: volevo che il focus fosse sul viso, sul sorriso e su una posa che ho chiesto e che fosse rilassata ma elegante.
Jacopo è il doppiatore di Spiderman. Io mi sono anche fatto registrare un audio per i miei nipoti con la voce di Peter Parker. Non volevo però che la foto fosse troppo cinematografica e si ottenesse l’effetto cosplayer: Jacopo non è Spiderman, così come non è gli altri personaggi che doppia. Ho scelto una luce flash diretta per un effetto polaroid e una posa che non rimandasse all’eroe marvel.
Per Arcangelo “Arca” Manigrasso ho usato la tecnica del compositing. In studio ho utilizzato tre luci (non uso quasi mai così tanti flash) per modellare la muscolatura e dare un aspetto molto pubblicitario. La foto infatti doveva essere utilizzata sui social e per la promozione di un centro fitness.
Vittorio mi ha chiesto una foto che non sembrasse troppo artificiosa: il suo lavoro consta nella progettazione di case a basso impatto ambientale, per cui ho scelto una location industriale e luce naturale, ed una posa rilassata e rassicurante.
Ho avuto la fortuna di fotografare la famiglia Rebaudengo. Emilio vanta ritratti di fotografi celeberrimi ma per fortuna mi ha dato carta bianca. In collaborazione con un’amica stylist abbiamo pensato al vestito: un clergyman decisamente pop. L’ho fatto sedere sul divano e ho chiesto alle modelle di muoversi a piacimento, cercando il contatto fisico con Emilio: il mio obiettivo era ritrarlo nell’imbarazzo di una situazione fuori controllo. Ho volutamente utilizzato un grandangolo per enfatizzare la distorsione della lente e creare un’immagine distonica.
Miximilien è un attore di teatro e fiction rai. Ha un incredibile quantitativo di ritratti e book per cui ho voluto ritrarlo “a pezzi” per raccontare in ogni scatto un aspetto della sua professione: la voce, lo sguardo, le mani…. Ho costruito in studio alcune maschere che potessero creare delle lame di luce per escludere tutto il volto tranne la parte che volevo raccontare.

Esplora gli articoli per argomento